seguici su

Blog

Bicchieri opachi per colpa della lavastoviglie? Ecco qualche efficace rimedio
Certe sere sembra proprio faticoso doverci dare di gomito per svuotare il lavello dai piatti sporchi! E così, ci ritroviamo puntualmente a riempire la nostra amata lavastoviglie con piatti e bicchieri di ogni sorta. Una bella comodità, certo, ma spesso, a fine lavaggio, ci attende una spiacevole sorpresa: il vetro dei nostri bicchieri non è più lo stesso, non brilla e si è opacizzato! Da cosa dipende questo comune inconveniente? Per la verità, può dipendere da più fattori. Ad esempio, la durezza dell'acqua è un elemento che può incidere molto sotto questo aspetto, perché dà origine al calcare, che aggredisce la superficie del vetro e, alla lunga, rischia di opacizzarla irrimediabilmente. Ovviamente, l'opacità che deriva dalla durezza o dall'eccessiva dolcezza dell'acqua, innesca un processo di corrosione della superficie delle stoviglie che non può essere ripristinato. E' sempre possibile, però, riuscire a non aggravare la situazione e a salvare la brillantezza dei nostri bicchieri non appena ci accorgiamo dei primi segni di opacità. La cosa migliore da fare, in questi casi, è prendersi periodicamente cura della propria lavastoviglie con un prodotto apposito, da usare due-tre volte l'anno, in grado di rimuovere i residui fissi dall'interno del nostro elettrodomestico. L'opacità dei bicchieri può dipendere, più semplicemente, anche dall'uso eccessivo di detersivo o da un lavaggio effettuato a una temperatura troppo alta. In questo caso, attenzione: per restituire splendore al vostro servizio di bicchieri, potreste essere tentate di utilizzare il famoso brillantante. Per la verità, questa è una pratica che sconsigliamo: il brillantante, infatti, non è una sostanza che ripara il danno creato dall'eccessiva durezza dell'acqua, ma piuttosto lo copre. E questo significa che le sostanze di cui esso è composto rimangono sui nostri piatti e bicchieri, rischiando così di finire nei nostri cibi e bevande. Non il massimo della vita, decisamente! Piuttosto, meglio mettere in pratica i sempre utili "consigli della nonna": procuratevi una capiente bacinella e mettete a mollo i vostri bicchieri in una soluzione con acido citrico (a base di limone) disciolto in acqua. Una buona alternativa è data dall'aceto di vino bianco. Con questo rimedio i bicchieri e le stoviglie dovrebbero ritrovare la loro naturale brillantezza. Un altro accorgimento che può salvaguardare l'aspetto di calici e coppe riguarda il metodo di lavaggio in lavastoviglie. Come abbiamo detto, infatti, l'opacità può dipendere dall'eccessiva temperatura dell'acqua utilizzata. Ebbene, oltre a selezionare i valori più opportuni prima di iniziare il lavaggio, è importante anche ricordarsi di aprire il portellone della lavastoviglie, una volta che questa abbia ultimato il suo compito. Infatti il vapore generato durante il lavaggio potrebbe non avere adeguato sfogo verso l'esterno, e se questo viene trattenuto all'interno può finire per danneggiare la superficie di vetri e cristalli. Un ultimo consiglio? Non abusate dei famosi prodotti 3 in 1, perché contengono talmente tante sostanze che possono risultare eccessive per le normali esigenze di lavaggio quotidiano, finendo per aggredire materiali e superfici brillanti. Seguendo questi brevi consigli e suggerimenti del nostro blog, i vostri bicchieri ritroveranno facilmente la loro naturale brillantezza!